lunedì 21 gennaio 2019

# recensione

[Collaborazione] Il gusto speziato dell'amore - Silvia Casini

Buon pomeriggio lettori, dopo una lunga pausa sono tornata con una nuova recensione. Vi chiedo scusa per la poca attività sul blog ma voi utenti universitari potete capirmi: è iniziata la sessione invernale. Oggi vi parlo di un libro la cui lettura è terminata proprio l'ultimo dell'anno e finalmente sono riuscita a dedicargli uno spazio tutto suo.

Titolo: Il gusto speziato dell'amore
Autrice: Silvia Casini
Casa Editrice: Leggere Editore
Genere: Romanzo rosa
Formato: cartaceo
Pagine: 352
Prezzo: 17,00
Punteggio: 3.5/5
Link di acquisto: Amazon

Stella si è trasferita da Firenze a Roma per dimenticare il suo ex e aprire una libreria galleggiante sul Tevere specializzata in arte culinaria: Il sapore dei libri. Proprio dalla fusione di queste passioni è nato «Florario rock», il ricettario che Stella ha firmato con lo pseudonimo Josephine Alcott, best-seller e caso editoriale dell'anno. Per superare il divorzio, Gabriele ha deciso di trasferirsi da New York a Roma, dove gestisce una società di format TV e si dedica alla sua passione segreta: la cucina. Il giorno in cui si imbatte nella lettura di «Florario rock», gli eventi prendono una piega inattesa. Ne è talmente entusiasta da scrivere all'autrice dando inizio a una fitta corrispondenza. Ma il giorno in cui organizza un evento per incontrare l'acclamata scrittrice, Gabriele scoprirà che non esiste alcuna Josephine Alcott...

Ci ho messo un po' sia per leggere questo libro che per scrivere la recensione per un semplice motivo: riflettere. Già, dovevo riflettere sul mio giudizio, su cosa questo libro a fine lettura mi ha lasciato, emozioni, pensieri... insomma tutto. In questo caso si tratta di un libro che si può definire carino e romantico ma che possiede una sola e unica pecca di questo libro: la lunghezza. Credo che sia stato allungato troppo il brodo, messe in mezzo scene che potevano benissimo essere evitate e non avrebbero rovinato per niente il corso della storia. 

Tocco di originalità di questo libro è la passione che sia la protagonista che il co-protagonista possiedono: la cucina. Ogni volta che entrambi si cimentavano nella preparazione di piatti ne rimanevo affascinata, quasi stessi guardando una puntata di Masterchef. La cosa che davvero mi è piaciuta è stato lo scambio delle email tra Stella/Josephine e Gabriele. Perché? Perché solamente attraverso quelle email i due protagonisti mostravano il loro vero io. Dalle email si riesce a intuire benissimo che tipo di persone sono. Ho conosciuto un Gabriele simpatico e molto romantico e ho conosciuto una Stella a volte insicura e volte no, soprattutto quando si tratta del suo lavoro dove mette il massimo d'impegno.

Altra cosa bella e che mi ha fatto sorridere è l'ambientazione: Roma. Avendoci vissuto per due anni è sempre bello ritornarci tramite le pagine di un libro. La fantastica città eterna. Attraverso questo libro avrete la possibilità di percorrere le vie meravigliose della città, i luoghi tipici, ma anche la scoperta di nuovi posti.

Insomma un libro che intreccia due personaggi che sembrano tanto diversi ma così simili sia perché entrambi sono stati traditi dalla persona che hanno amato, sia per la passione per la cucina. Sarà proprio questa a unirli, accompagnata da dolci note musicali. In più nelle ultime pagine del libro rimarrete sorpresi nel scoprire tante ricette di tutte le pietanze originali che vengono nominate nel corso del libro. 

13 commenti:

  1. Sembra un buon libro,nonostante abbia le sue pecche credo che in futuro potrei dargli una possibilità per leggerlo.

    RispondiElimina
  2. Sembra davvero un bel libro 😍 vado subito a metterlo nel carrello di amazon!!

    RispondiElimina
  3. Di solito sono scettica nei confronti dei libri di questo genere, purtroppo non rientrano nel mio gusto, ma dopo la tua recensione penso che potrei dargli una possibilità. Wishlist!

    RispondiElimina
  4. Sembra davvero carino... Non so se lo leggerò mai però.

    RispondiElimina
  5. Nonostante la pecca della lunghezza mi ha incuriosito davvero tanto e credo he gli darò una possibilità

    RispondiElimina
  6. Devo dire che anche se non è il mio genere, porrei dargli una possibilità

    RispondiElimina
  7. Mi ispira parecchio lo aggiungerò sicuramente in WL 😍

    RispondiElimina
  8. Il libro mi incuriosiva ma la lunghezza forse mi frena hahaha pure se vivendo a Roma sono molto incuriosita dal riconoscere tra le pagine la mia città. Forse lo leggerò anche io, grazie mille per questa recensione illuminante!

    RispondiElimina
  9. sembra carino, ma non è proprio il mio genere... non riuscirei ad apprezzarlo

    RispondiElimina
  10. Dopo la tua recensione non potrò che aggiungerlo in wishlist

    RispondiElimina
  11. Purtroppo non é molto il mio genere, ma la tua recensione mi ha incuriosita!

    RispondiElimina
  12. Io già non amo i romanzi rosa poi se sono lunghi ancora meno >.<

    RispondiElimina
  13. Trovo insopportabile quando viene allungato il brodo, rischiando di rovinare il romanzo, come in questo caso.
    Non lo scarto a prescindere perché comunque è evidente che abbia diversi punti di forza!

    RispondiElimina

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.

Follow Us @soratemplates