martedì 13 marzo 2018

# blog # blogger

[Collaborazione] Sì, tu sei il prossimo - Recensione

Buongiorno a tutti readers! Spero che questo inizio di settimana sia iniziato al meglio. Marzo comincia a farsi vedere con i suoi sbalzi di temperatura, che io sono solita definire sbalzi d'umore! Oggi vi parlo di un libro edito BookaBook con cui ho piacere collaborare:

Titolo: Sì, tu sei il prossimo
Autrice: Ambra Zamuner
Casa editrice: BookaBook
Genere: Thriller, Giallo
Formato: Cartaceo
Pagine: 140
Prezzo: 11,00
Punteggio: 4/5
Link di acquisto: Amazon, BookaBook


Miranda Owl vive a Roccantica ormai da dieci anni. Cresciuta tra New York e Milano, era diventata giornalista investigativa e aveva scritto, con sua somma sorpresa, tre libri di modesto successo. Un viaggio in Italia l’aveva convinta a trasferirsi nel piccolo borgo piemontese a scrivere di eventi e sagre. Ma quando la tranquillità del paese è sconvolta da tre omicidi apparentemente a sfondo rituale, la donna torna alla sua vecchia vita. Catapultata nel mondo delle indagini, sarà costretta a collaborare con l’ispettore Romano, che è anche il padre del suo capo.
Tra interrogatori, tazze di karkadé, meridiane e stanze segrete, Miranda si troverà, sempre e comunque suo malgrado, a dover affrontare un’inquietante e assurda scoperta.

Devo ammettere che questa Casa Editrice mi sorprende sempre di più. E' la seconda volta che leggo un libro mandatomi da loro e ancora una volta ne sono rimasta soddisfatta. Ormai saprete perfettamente il mio avvicinamento verso il genere Thriller, in particolare il Giallo e questo libro mi ha molto lasciato senza parole. E' una caccia al colpevole, indizi che mai ti farebbero pensare a quella determinata persona. D'altronde tutto è giustificato dal modo in cui vengono presentati i cittadini di Roccantica. Gli abitanti vengono descritti come delle persone amorevoli, buone, che si aiutano a vicenda. Insomma una città tranquilla e bella da vivere.

Ma andiamo con ordine: Miranda è una giornalista investigatrice - un lavoro che le invidio tantissimo -. Dal passare una giornata tranquilla a casa viene subito mandata dal suo capo redattore sulla scena di un crimine: è stato commesso un omicidio. Ella si ritrova affiancata all'ispettore Romano, nonché padre del capo redattore. Da questo momento in poi Miranda comincia a lavorare duramente su questo caso che sembra essere collegato a quelli successivi.

Sapete la cosa più buffa di questo libro? Un indizio che ho tralasciata: la copertina. All'inizio ho dato un giudizio unicamente grafico, "un po' inquietante tutte queste mani con questi coltelli". Ma è proprio la copertina che ci fa capire chi è il colpevole. Un indizio da non tralasciare se interessati a leggere questo libro, la cui lettura consiglio vivamente: scritto perfettamente, ogni scena di omicidio viene descritta nei minimi dettagli in modo tale da catapultare il lettore durante le indagini. Sembra quasi di ricoprire i panni di Miranda. E poi quando viene rivelato il colpevole... si rimane a bocca aperta e a domanda: perché!

Tuttavia, il libro non raggiunge il punteggio pieno solamente per il finale: troppo frettoloso e per niente soddisfacente, almeno per me. Si, viene spiegato il motivo di quei omicidi, ma non ho trovato soddisfacente il modo in cui l'autrice ha voluto concludere il libro. 

1 commento:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.

Follow Us @soratemplates