martedì 21 agosto 2018

# blog # blogger

[Collaborazione] Vox Populi - Recensione

Nuovo giorno, una nuova recensione. Ancora una volta vi propongo un titolo edito Book a Book una Casa Editrice con cui collaboro da diversi mesi. Siete amanti della storia? In particolare della Londra del 1600? Allora questo libro fa per voi.

Titolo: Vox Populi
Autrice: Irene Gobbi
Casa Editrice: BookaBook
Genere: Romanzo storico
Formato: Cartaceo
Pagine: 698
Prezzo: 22,00
Punteggio: 4,5/5
Link di acquisto: Amazon

Londra, 1628. Il giovane agricoltore Oliver Cromwell, appena nominato membro dei Commons, assiste impotente allo scioglimento del Parlamento e all'inesorabile ascesa di Carlo Stuart al rango di monarca assoluto. Il re ha sposato una principessa cattolica e la sua corte brulica di servi senza coscienza, di ecclesiastici senza scrupoli, di aristocratici senza rimpianti. Fuori dalla prigione dorata del palazzo, invece, i puritani, sinistri messaggeri di Dio, hanno già iniziato a gettare i semi della rivolta. Vite e vicende s'intrecciano quasi per sbaglio nella suburra cittadina: il figlio di un nobile in disgrazia viene messo di fronte a una scelta dalla quale non può fuggire, uno studente modello abbandona gli antichi ideali per farsi strada in un mondo dominato dalla violenza e un marinaio in cerca di vendetta ha bisogno di un compagno per portare a termine la sua missione. A collegare tutte le vicende vi è il visionario e tormentato poeta John Milton, che trent'anni più tardi - in uno stridente contrasto col presente dei protagonisti - si ritrova a evocare antichi crimini e speranze ormai deluse. Questa è la storia di un'Inghilterra nutrita col sangue, cresciuta con l'oro del Nuovo Mondo e uccisa dai tumulti popolari. Un paese dilaniato da un conflitto che nessuno riesce a comprendere, e che presto si trasformerà nella più sanguinosa delle guerre civili.

Dovete sapere che adoro questa ambientazione. Quando l'ufficio stampa mi ha proposto questo titolo ho subito detto di si. Il numero delle pagine non mi ha per niente spaventato, poiché la lettura è così coinvolgente che non ti accorgi della numerosità delle pagine.

Andiamo con ordine. Alla fine del libro l'autrice fa una piccola premesse: ha scelto come personaggio di questo libro Oliver Cromwell dopo aver verificato la scarsità di romanzi dedicati a questa figura importante della Londra del 1628. Ha deciso di scriverci lei un romanzo e devo ammettere che ha fatto centro. Ha sviluppato i suoi studi, si è consultata e ha fatto ricerche per far nascere questo capolavoro.

Vox Populi è un libro dove importante è la voce del popolo: ci troviamo in un periodo storico dove una minima forma di ribellione viene subito messa a tacere. Ricordiamo i puritano e le loro prediche contro qualsiasi forma di peccato. Ricordiamo il popolo sotto il regno degli Stuart. Vox Populi alterna tra passato e presente, tra il cammino di John Milton trent'anni dopo il 1628 e il passato di Oliver Cromwell. Eppure, Cromwell non è l'unico protagonista di questa storia: il suo amico-nemico James, figlio del Conte di Manchester, il vescovo Laud, il capo dei puritani John Pym, il re Giacomo e suo figlio Carlo divenuto re successivamente. Insomma, tante storie legate a un unico filo conduttore: tutti i protagonisti di queste storie si ritroveranno insieme. In che modo? Chi per una semplice vendetta, chi per caso, chi per tradimento.

Il personaggio che ho maggiormente apprezzato è sicuramente quello di Oliver Cromwell: lo vediamo sin da bambino fino a quando non diventa un uomo. Il lettore segue la sua evoluzione, il suo cambiamento caratteriale e mentale. Dall'essere un bimbo insicuro diventa un uomo completamente diverso, questo grazie agli ostacoli che ha dovuto affrontare.

E' una storia fatta di religione, potere, tradimenti, lotte e vendette. Tanto sangue versato incorniciato da tantissime delusioni, in particolare quelle che Oliver subisce per la maggior parte delle volte. Eppure, il punteggio pieno non è stato dato per un motivo: l'incomprensione del finale. Sembra un finale aperto, che ti lascia con diversi punti interrogativi. Sarà perché è in programma un seguito?  

13 commenti:

  1. lo punto da tantissimoo!😍😍

    RispondiElimina
  2. Ha una copertina bellissima e la trama mi ha incuriosito parecchio. Lo consiglierò sicuramente a mio fratello che legge molti libri di questo genere

    RispondiElimina
  3. Le tue recensioni sono sempre bellissime, uf io non sono capace a farle lol comunque il libro mi ispira un po, il genere non è tra i miei preferiti ma me lo segno, non si sa mai!

    RispondiElimina
  4. Come devo fare? finisce sempre che aggiungo altri titoli in WL!

    RispondiElimina
  5. Ora che ho molto tempo a disposizione ne approfitterò per leggere questo libro da te proposto grazie

    RispondiElimina
  6. Libro dalla trama interessante. Lo segno fra i prossimi da acquistare

    RispondiElimina
  7. Non è il mio genere preferito ma la tua recensione è fatta davvero molto bene =)

    RispondiElimina
  8. interessante libro lo aggiungo alla lista dei libri che vorrei leggere

    RispondiElimina
  9. Interessante quwsta trama, mi piacciono i romanzi storici!

    RispondiElimina
  10. Ottimo spunto per la mia prossima lettura, grazie ^^

    RispondiElimina

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.