venerdì 27 settembre 2019

# review party

[Review Tour] Sei di Corvi - Leigh Bardugo


Buongiorno lettrici e lettori! Come ben sapete il 24 settembre, dopo una lunga attesa durata più di un anno, è finalmente uscito nella versione italiana Sei di Corvi!

Titolo: Sei di Corvi
Autrice: Leigh Bardugo
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Fantasy
Formato: cartaceo - ebook
Pagine: 408
Prezzo: 17,90 - 9,99
Punteggio: 3,75/5
Link di acquisto: Amazon

A Ketterdam, vivace centro di scambi commerciali internazionali, non c'è niente che non possa essere comprato e nessuno lo sa meglio di Kaz Brekker, cresciuto nei vicoli bui e dannati del Barile, la zona più malfamata della città, un ricettacolo di sporcizia, vizi e violenza. Kaz, detto anche Manisporche, è un ladro spietato, bugiardo e senza un grammo di coscienza che si muove con disinvoltura tra bische clandestine, traffici illeciti e bordelli, con indosso gli immancabili guanti di pelle nera e un bastone decorato con una testa di corvo. Uno che, nonostante la giovane età, tutti hanno imparato a temere e rispettare.

Voglio essere sincera con voi, scrivere questa recensione risulterà essere abbastanza complicato. Quando ho accettato di leggere questo libro in occasione della sua uscita - e tanto attesa - in Italia non ci ho pensato due volte ho accettato. Questo nonostante le varie raccomandazioni di chi ha già letto l'intera saga, consigliandomi di aspettare e di leggere prima la Trilogia.

Ebbene, oggi mi sento in dovere di dare ragione a quelle persone. E questo è il motivo per cui ho deciso di dare quel punteggio a questo libro. Ma andiamo con ordine.

Sei di Corvi è un libro che ho trovato all'inizio abbastanza complicato, in particolare nei primi capitoli. Ho ingranato molto lentamente la marcia nella lettura del libro, una marcia che ha preso ad andare liscia e senza intoppi solamente dopo le prime cento pagine di lettura.

Sei di Corvi non è altro che la storia di sei ragazzi appartenenti al Barile, un gruppo di ragazzi ladri e ingannatori. Al centro dall'attenzione c'è Kaz, colui che lo si può definire il capo di questa squadre. Il personaggio di Kaz tra tutti è quello che mi è piaciuto di più. In particolare è la sua mente quella che affascina di più. Durante la lettura mi ha molto ricordato il modo di pensare e di agire simile a quello di Sherlock Holmes: calcolatore, una persona che è sempre pronta a ogni evenienza, pronto con un piano di riserva da mettere in atto.

Ma Kaz non è da solo. Si potrebbe dire che lui si fida di poche persone, tra cui Inej. Lei è una Suli, una giovane ragazza che lui ha salvato da un bordello comprando il suo contratto. Inej diventa il suo braccio destro, colei che raccoglie informazioni e pettegolezzi. Mi chiedete se mi è partita una ship per questa coppia? Assolutamente si. Ma questa è un'altra storia che probabilmente verrà approfondita nel secondo libro della duologia. Gli altri personaggio del libro e della banda sono Nina, una Grisha Spaccacuore; Matthias un druskelle addestrato per dare la caccia ai Grisha considerati dei mostri e streghe; Jesper colui che a mio parere è quello che ha più problema tra tutti: assuefatto dal gioco d'azzardo e pieno di debiti. E infine il giovane Wylan, lo scassinatore e l'ultimo membro e arrivato della banda.

Il libro dal punto di vista strutturale è scritto in terza persona. Lo stile di scrittura dell'autrice non è stato un problema. Il mio unico problema è stato entrare a pieno nella trama del libro, cosa che purtroppo è successa quando ormai il piano era stato deciso e ci troviamo nel bel mezzo della missione. Un po' mi è dispiaciuto, poiché questa prima non comprensione ha determinato il punteggio finale di questo primo libro.

Tuttavia, ho apprezzato l'alternanza dei capitoli incentrata su tutti i sei protagonisti del libro. In questo modo si ha la possibilità non solo di essere a conoscenza dei loro pensieri e dubbi, ma abbiamo la possibilità di fare un tuffo nel loro passato, capire il motivo per cui hanno deciso di intraprendere questa missione che sembra impossibile, o peggio mortale per loro.

Se volete leggere Sei di corvi, mi unisco a chi consiglia di leggere prima la Trilogia e poi questa duologia. Io sicuramente, non appena uscirà la trilogia farò una rilettura così da poter capire cose che non sono riuscita a comprendere in questo libro.


4 commenti:

  1. Ciao sono Fedy, il tuo blog è davvero molto bello e interessante.
    Sono diventata una tua lettrice fissa.
    Anche io ho un blog, no bello quanto il tuo, se ti fa piacere passa pure a trovarmi.
    Il link è https://lapiccolalibreriadelcuore.blogspot.com/.

    RispondiElimina
  2. Ammetto che ero davvero curiosa di leggere questa duologia ma leggendo la tua recensione mi sa che aspetterò di recuperare la trilogia

    RispondiElimina
  3. Dopo aver letto tantissimi pareri positivi sulla duologia, mi sono finalmente decisa a leggerla, ma prima seguirò il tuo consiglio e leggerò la geisha trilogy.

    RispondiElimina
  4. Ah ma quindi questo è un sequel? Mi spiace che non ti sia piaciuto appieno, il l'ho amato ma come te all'inizio ho fatto leggermente fatica ad ingranare con la storia.

    RispondiElimina

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.