giovedì 7 maggio 2020

# review party

[Review Tour] La nona casa - Leigh Bardugo


Buongiorno a voi cari lettrici e lettori, oggi è il turno del mio blog a ospitare la tappa del review tour dedicato a "La nona casa" nuovo libro di Leigh Bardugo.

Titolo: La nona casa
Autrice: Leigh Bardugo
Casa editrice: Mondadori
Genere: Paranormal Fantasy
Formato: Cartaceo - Ebook
Pagine: 420
Prezzo: 19,90 - 9,99
Punteggio: 3,5/5
Link di acquisto: Amazon

Galaxy "Alex" Stern è la matricola più atipica di tutta Yale. Cresciuta nei sobborghi di Los Angeles con una madre hippie, abbandona molto presto la scuola e, giovanissima, entra in un mondo fatto di fidanzati loschi e spacciatori, lavoretti senza futuro e di molto, molto peggio. A soli vent'anni, è l'unica superstite di un orribile e irrisolto omicidio multiplo. Ma è a questo punto che accade l'impensabile. Ancora costretta in un letto d'ospedale, le viene offerta una seconda possibilità: una borsa di studio a copertura totale per frequentare una delle università più prestigiose del mondo. Dov'è l'inganno? E perché proprio lei? Ancora alla ricerca di risposte, Alex arriva a New Haven con un compito ben preciso affidatole dai suoi misteriosi benefattori: monitorare le attività occulte delle società segrete che gravitano intorno a Yale. Le famose otto "tombe" senza finestre sono i luoghi dove si ritrovano ricchi e potenti, dai politici di alto rango ai grandi di Wall Street. E le loro attività occulte sono più sinistre e fuori dal comune di quanto qualunque mente, anche la più paranoica, possa immaginare. Fanno danni utilizzando la magia proibita. Resuscitano i morti. E, a volte, prendono di mira i vivi.

Per me è abbastanza difficile scrivere questa recensione. Tutti noi abbiamo quel libro per cui abbiamo provato odio e amore durante la lettura. Quella sensazione di abbandonarla, magari riprendendola più in là quando è il momento giusto. E' una sensazione che io ho provato leggendo "La nona casa" edito Mondadori. Una bellissima trama e una bellissima copertina. Abbiamo conosciuto questa autrice grazie alla duologia di Sei di Corvi. Eppure, c'è stato qualcosa che all'inizio ha rischiato di ricevere come votazione un gigantesco no.

Ma andiamo con ordine: vorrei prima parlarvi di ciò che mi ha affascinato di questo libro. Perché indubbiamente l'autrice ha una bellissima penna, molto particolare quasi da fare invidia. E vogliamo parlare di tutto il world-building da lei realizzato? Abbiamo potuto notare questa sua grandissima capacità in Sei di Corvi. Leigh Bardugo può sicuramente classificarsi come una bravissima e talentuosa autrice, che non cade nel banale poiché c'è sempre quel tocco di originalità che contraddistingue i suoi libri dagli altri.

E' proprio questo che ho apprezzato in questo libro: mi ha moto affascinato tutto lo scenario che lei ha creato sui fantasmi e i rituali, un libro sicuramente cupo e anche un po' crudo in alcune scene per via dei rituali. Leggendo tutto questo si riconosce a pieno l'impegno che l'autrice ci ha messo nel realizzare il suo lavoro e questo è sicuramente da apprezzare. Inoltre, si crea subito l'empatia con la protagonista Galaxy, detta Alex. Colei che riesce a vedere i fantasmi - o i Grigi come la Bardugo li ha soprannominati nel libro -. La vita di Alex è completamente diversa da quella dei ragazzi normali, ma viene stravolta completamente quando diventa la nuova Dante di Darlington, il suo VirgilioA mio parere il personaggio che più di presenta essere molto misterioso è proprio Darlington, ma ovviamente a questo c'è un valido motivo. 

Attraverso ricordi della protagonista abbiamo la possibilità di conoscere meglio la sua vita passata prima di diventare quello che è adesso. Ed è in questo modo che l'autrice riesce a creare quel legame tra il lettore e la protagonista. Se all'inizio può sembrare strana la sua "entrata in scena" con il proseguire della lettura riusciamo a capire meglio che ruolo ha realmente Alex in tutta questa storia. Abbiamo modo di esplorare il suo passato sin da quando è bambina. C'è stata una parte in particolare che mi ha fatto venire i brividi.

Ma allora, con tutti questi commenti positivi che ho detto fin'ora, perché quel punteggio? Perché, purtroppo, la Bardugo non è poi così tanto perfetta. D'altronde nessuno è perfetto. Ognuno ha un difetto e credo che l'autrice ne possiede uno: rende le prime 100/200 pagine confusionarie e difficili da comprendere. Per me è stato abbastanza difficile andare avanti con la lettura, mi veniva voglia di abbandonare il libro. Ci sono quelle prime pagine - in realtà prima metà del libro - che non capisci niente. Sono del parere che un libro deve partire bene subito. In più anche se ho ben apprezzato i vari salti temporali per poter comprendere a pieno la storia non solo del libro ma anche dei personaggi, questo ha determinato la grande confusione iniziale.

Eppure, sono qui per consigliarvi di non arrendervi. Mi unisco a tutti coloro che hanno letto questo libro e hanno avuto la mia stessa impressione: andate avanti con la lettura.

Nessun commento:

Posta un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.