venerdì 22 marzo 2019

# review party

[Review Party] La signora degli scrittori - Sally Franson


Marzo si sta rivelando un mese pieno di novità, dal fantasy al contemporaneo. Oggi voglio parlarvi di un libro che è uscito ufficialmente ieri in tutte le librerie e gli store online targato Garzanti.

Titolo: La signora degli scrittori
Autrice: Sally Franson
Casa Editrice: Garzanti
Formato: Cartaceo
Pagine: 301
Prezzo: 18,60
Punteggio: 4/5
Link di acquisto: Amazon

Casey è giovane e brillante. È brava nel suo lavoro, nonostante la sua direttrice sia una donna impossibile, pronta a bocciare ogni proposta e a incutere timore a chiunque le stia intorno. Così, quando per la prima volta le affida un progetto da seguire da sola, Casey non può dire di no. Nessuno ha mai osato farlo. Eppure, quella che si trova di fronte sembra davvero un'impresa impossibile: convincere degli scrittori di grido a fare da testimonial per la pubblicità. Convincerli a uscire dal mondo dorato della letteratura, a esporsi in prima persona per qualcosa di diverso dalla loro opera. Casey ci mette tutto il suo impegno e comincia a incontrarli, uno dopo l'altro. Si trova ad avere a che fare con personaggi molto particolari: uno vuole sempre avere ragione; un altro odia tutti i colleghi; c'è quello che non ha mai letto un libro; e quello che non ha scritto nemmeno una riga dei suoi romanzi; un altro ancora non fa nulla senza tornaconto. Con Ben Dickinson, invece, Casey entra subito in sintonia, anche se sa che si tratta di lavoro e che non può lasciarsi andare. Per di più non ha tempo da trascorrere con lui, perché deve seguire le indicazioni della direttrice, che la conducono dritta dritta alla Fiera di Los Angeles: libri ovunque e cene infinite a parlare di lavoro. Un sogno per Casey. Un sogno che presto si trasforma in un incubo, perché qualcosa di inaspettato rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad allora. Casey ha paura che la colpa sia solo sua, ma c'è chi è pronto a farle cambiare idea. Perché bisogna sempre credere nelle proprie capacità. Bisogna far sentire la propria voce, anche quando non viene ascoltata. Costi quello che costi.

Questa lettura per me ha avuto degli alti e dei bassi, o meglio bassi e alti. Momenti bassi perché nei primi capitoli mi sembrava una lettura piuttosto normale in linea con la trama ma che non mi lasciava nulla, non mi trasmetteva alcun messaggio. Ma poi sono arrivati quei momenti che hanno risollevato il libro fino ad apprezzarlo.

Il personaggio, nonché protagonista del libro Casey, devo ammettere che all'inizio risulta essere un po' antipatica per il suo carattere e per il suo mettere in primo piano il lavoro e il voler carriera. Certo, chiunque aspira ad avere successo nel proprio ambito lavorativo ma Casey l'ho trovato un po' esagerata col voler imporre le due idee. Il momento di svolta arriva quando le viene affidato come incarico quello di partecipare in prima linea al progetto Nanu che vede coinvolti alcuni scrittori per farli diventare testimonial pubblicitari. Ed è da questo momento in poi che il giudizio su Casey comincia a cambiare.

Ogni capitolo presenta delle lunghissime riflessioni, o meglio monologhi interiori, della protagonista sul suo passato: il suo difficile rapporto con la madre, l'essersi sentita sola, il voler realizzare il suo sogno di recitare e gli alti e bassi con la sua migliore amica Susan. Ed è attraverso queste sue riflessioni che si conosce meglio la protagonista e il motivo per cui del suo comportamento e atteggiamenti verso il prossimo.

Verranno affrontati temi importanti e delicati allo stesso tempo: la violenza, il plagio, il tradimento ma soprattutto il sentirsi insicuro e vedere il mondo cadere completamente addosso con uno schiocco di dita. Casey si ritroverà da essere una donna di successo nel suo lavoro ad essere una donna fragile con troppe responsabilità addosso tanto da farla crollare. 

Consiglio questo libro a tutti coloro che non solo amano il mondo che gira attorno ai libri e alla pubblicità, ma lo consiglio perché questo libro presenta tanti spunti di riflessione, una bellissima morale che sarà proprio grazie all'esperienza personale della protagonista a scoprire da sola.

8 commenti:

  1. Come ho già detto relativamente a questo libro, un po’ la trama mi fa pensare a Sophie Kinsella. Adoro la Kinsella, quindi sicuramente questo libro finisce in wishlist

    RispondiElimina
  2. Ne sto sentendo parlare tantissimo e sono curiosissima di leggerlo!

    RispondiElimina
  3. Ci siamo confrontate e abbiamo gli stessi pensieri a riguardo,alla fine anche a me è riusciuto a farmi commuovere e riflettere

    RispondiElimina
  4. Tu e Sabrina mi avete convinto a leggerlo!

    RispondiElimina
  5. Anche se tratta un tema interessante e un lavoro che non si vede molto nei libri non mi ispira particolarmente..

    RispondiElimina
  6. mi interessa tanto la protagonista del romanzo non so per quale motivo!

    RispondiElimina
  7. Lo volevo leggere già da quando ho scoperto della sua uscita e non ho cambiato idea

    RispondiElimina
  8. Ho visto parecchie volte questo romanzo sul web e la trama
    ha suscitato il mio interesse... La tua accurata recensione non fa che aumentare la mia voglia di leggerlo!

    RispondiElimina

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.

Follow Us @soratemplates