martedì 5 novembre 2019

# review party

[Review Tour] Il Regno Corrotto - Leigh Bardugo


Sono passati un po' di giorni dal mio ultimo articolo qui sul blog. Eppure le novità non mancano. Il 29 novembre, infatti, in Italia è uscito il seguito di Sei di Corvi della GrishaVerse.

Titolo: Il Regno Corrotto
Autrice: Leigh Bardugo
Casa Editrice: Mondadori
Genere: Fantasy
Formato: Cartaceo - Ebook
Pagine: 480
Prezzo: 19,90 - 9,99
Punteggio: 4,5/5
Link di acquisto: Amazon

Jesper non smetteva un attimo di tamburellare le dita sulle cosce. «Qualcuno ha per caso notato che l'intera città ci cerca, ce l'ha con noi o vuole farci fuori?» 
«E allora?» disse Kaz. 
«Be', di solito è solo metà della città.» 
Kaz Brekker e la sua banda di disperati hanno appena portato a termine una missione dalla quale sembrava impossibile tornare sani e salvi. Ne avevano dubitato persino loro, a dirla proprio tutta. Ma rientrati a Ketterdam, non hanno il tempo di annoiarsi nemmeno un istante perché sono costretti a rimettere di nuovo tutto in discussione, e a giocarsi ogni cosa, vita compresa. Questa volta, però, traditi e indeboliti, dovranno prendere parte a una vera e propria guerra per le buie e tortuose strade della città contro un nemico potente, insidioso e dalle tante facce. A Ketterdam, infatti, si sono radunate vecchie e nuove conoscenze di Kaz e dei suoi, pronte a sfidare l'abilità di Manisporche e la lealtà dei compagni. Ma se i sei fuorilegge hanno una certezza è questa: dopo tutte le fughe rocambolesche, gli scampati pericoli, le sofferenze e le inevitabili batoste che hanno dovuto affrontare insieme, troveranno comunque il modo di rimanere in piedi. E forse di vincerla, in qualche modo, questa guerra, grazie alle rivoltelle di Jesper, al cervellone di Kaz, alla verve di Nina, all'abilità di Inej, al genio di Wylan e alla forza di Matthias. Una guerra che per loro significa una possibilità di vendetta e redenzione e che sarà decisiva per il destino del mondo Grisha.

Con questo secondo volume "Il Regno Corrotto" si conclude la duologia della banda di Kaz Brekker. Nel primo libro abbiamo avuto modo di conoscere la storia di ogni singolo membro e anche la nascita di questa banda. Il primo volume "Sei di Corvi" si è concluso con la prigionia di Inej. Riuscirà la banda a salvare la loro amica e compagna? Ovviamente il libro non si basa solamente sul salvataggio di un membro della banda, ma su tutt'altro. Ogni membro della banda ha uno scopo finale, un - se così possiamo chiamarlo - desiderio da esaudire e questo potrà essere possibile solamente quando il loro conto in sospeso non sarà più tale.

Rispetto al primo volume le cui prime cento pagine le ho trovato abbastanza lente quasi da causarmi il blocco del lettore, questo secondo volume risulta essere più fluido con la lettura. Non si ha nessuna difficoltà a familiarizzare con lo stile di scrittura dell'autrice, ancora una volta riesce a trasmettere la realtà cupa e corrotta che aleggia su Ketterdam. Perché si, il titolo di questo libro racchiude tutto ciò che l'autrice racconta in questo secondo volume della duologia. Non solo.

Se nel primo libro abbiamo avuto modo e occasione di conoscere ogni singolo personaggio, ne "Il Regno Corrotto" questa conoscenza tra il lettore e ogni membro della banda viene approfondita ancora di più. Se devo essere sincera, tra tutte le storie quella che mi ha particolarmente colpita è stata quella di Wylan: un figlio non più desiderato, un padre che desidera la sua sparizione a tal punto da progettare il peggio. E nonostante il suo passato il personaggio di Wylan è quello che ammiro di più: puro di cuore e nell'animo, ma nonostante la sua innocenza non perde tempo ad aiutare il resto della banda con le sue invenzioni e il suo cervello.

Parlando degli altri personaggi, Kaz Brekker si conferma essere il più furbo della banda. Ci sono stati momenti in cui è stato preso alla sprovvista, ma nonostante ciò non si è mai abbattuto e ha continuato a lottare. Fino all'ultimo è riuscito a portare a termine quella che possiamo definire la sua vendetta, chiudendo così un suo capitolo collegato al suo passato. 

In più, non vorrei sbagliare, ma ho come l'impressione che più di una volta l'autrice ha citato un personaggio collegato alla successiva storia: Nikolai. E' una mia supposizione ovviamente, potrei anche sbagliarmi. Aggiungerei anche una piccola nota sul finale. Non lo definirei un libro conclusivo. Con questo suo finale è come se l'autrice ci avesse annunciato che questa non è la fine per la banda, che non sarà questo libro a porre fine alla storia di Kaz Brekker e dei suoi compagni.


Nessun commento:

Posta un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.