giovedì 22 novembre 2018

# recensione # review party

[Review Party] Too much series - Una scrittrice troppo bugiarda


In questi giorni vi ho tenuto compagnia davvero tante volte, credevate in una possibile pausa articoli? Invece no! Oggi il mio blog ospiterà il Review Party dedicato a un nuovo libro edito Delrai. Anche questa volta si tratta di una raccolta di racconti.

Titolo: Too much series
Autrice: Eveline Durand
Casa Editrice: Delrai Edizioni
Genere: Romanzo rosa
Formato: cartaceo - ebook
Pagine: 400
Prezzo: 12,00 - 3,99
Punteggio: 3,5/5
Link di acquisto: Amazon

Tre racconti romantici e divertenti, dai toni leggeri e pieni di dolcezza. Tre storie autoconclusive, specchio dell'amore contemporaneo; Patricia è una giovane scrittrice che mette nei guai il suo primo amore con un'innocente bugia; Grace è una wedding planner che ama i dolci e i giovani pasticceri sensuali; Juniper è un peperino che non riesce a dimenticare l'unico ragazzo capace di tenerle testa in famiglia. Quando la passione è troppo travolgente per resistere...

Per questa occasione ho avuto la possibilità di leggere il racconto Una scrittrice troppo bugiarda. Mi sono lasciata prendere dal titolo del racconto e devo ammettere che è stata una bella scelta. Così bella che quasi mi dispiace che si tratti semplicemente di un breve racconto.

Protagonista di questo racconto è Patricia, una giovane donna che possiede un blog dove pubblica le sue storie. Storie che, però, non sembrano avere così tanto successo. Un giorno viene chiamata dall'istituto di ricovero dove si trova sua zia muta e depressa da ormai anni. Il motivo? Non si sa. Patricia viene chiamata a causa del comportamento di sua zia e le viene dato un ultimatum: convincere la zia a comportarsi bene sia con gli altri pazienti che con le infermiere oppure sarebbe stata cacciata. Patricia riesce a risolvere la situazione sequestrando alla zia i suoi diari di quando era giovane. Sarà grazie a questi diari che Patricia diverrà la scrittrice bugiarda.

Questa storia devo ammettere che mi è piaciuta molto, ma deve spiegarvi perché gli abbia dato quel punteggio nonostante il commento positivo. Come ben sapete non sono una amante di raccolte, in quando preferisco storie ben strutturate e più sviluppate. Ci sono quei racconti che narrano una vicenda, una specie di raccontarsi di sé. In questo caso avrei tanto voluto che Una scrittrice troppo bugiarda fosse un vero libro e non un racconto.

La storia mi è così tanto piaciuta che avrei voluto durasse di più e non che finisse in modo così frettoloso. Ho adorato il personaggio di Patricia e sono contenta che nonostante l'essere un racconto l'autrice sia riuscita a mettere in evidenza lo sviluppo caratteriale del personaggio. Una storia scritta dal punto di vista di Patricia, in prima persona. Questa storia, però, non riguarda solamente il desiderio di Patricia di diventare una scrittrice. Questo racconto è anche una storia d'amore, sicuramente non semplice.

E dunque, riuscirà Patricia a realizzare il suo sogno di diventare scrittrice? Ma soprattutto, con la sua piccola bugia riuscirà a risolvere i suoi problemi legati alla stesura del suo libro con il suo primo amore?


Nessun commento:

Posta un commento

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini e le trame riprodotte sono di proprietà delle rispettive case editrici. Le altre immagini presenti sul blog sono state reperite da internet e considerate di dominio pubblico, in caso di riconosciuta proprietà contattare l'admin per la rimozione.

Follow Us @soratemplates